Manuale SDK di OpenSPCoop2


1. Introduzione
2. La Personalizzazione del Protocollo di Cooperazione
3. Il Software Development Kit
3.1. Gestione dei payload
3.1.1. org.openspcoop2.protocol.sdk.builder.IBustaBuilder
3.1.2. org.openspcoop2.protocol.sdk.builder.IErroreApplicativoBuilder
3.1.3. org.openspcoop2.protocol.sdk.builder.IEsitoBuilder
3.2. Validazione dei payload
3.2.1. org.openspcoop2.protocol.sdk.validator.IValidatoreErrori
3.2.2. org.openspcoop2.protocol.sdk.validator.IValidazioneSintattica
3.2.3. org.openspcoop2.protocol.sdk.validator.IValidazioneSemantica
3.2.4. org.openspcoop2.protocol.sdk.validator.IValidazioneConSchema
3.3. Emissione messaggi diagnostici
3.3.1. org.openspcoop2.protocol.sdk.diagnostica.IDriverMsgDiagnostici
3.3.2. org.openspcoop2.protocol.sdk.diagnostica.IMsgDiagnosticoOpenSPCoopAppender
3.3.3. org.openspcoop2.protocol.sdk.diagnostica.IXMLDiagnosticoBuilder
3.4. Tracciatura
3.4.1. org.openspcoop2.protocol.sdk.tracciamento.IDriverTracciamento
3.4.2. org.openspcoop2.protocol.sdk.tracciamento.ITracciamentoOpenSPCoopAppender
3.4.3. org.openspcoop2.protocol.sdk.tracciamento.IXMLTracciaBuilder
3.5. Gestione della configurazione
3.5.1. org.openspcoop2.protocol.sdk.config.IProtocolManager
3.5.2. org.openspcoop2.protocol.sdk.config.IProtocolVersionManager
3.5.3. org.openspcoop2.protocol.sdk.config.ITraduttore
3.5.4. org.openspcoop2.protocol.sdk.config.IProtocolConfiguration
4. Confezionamento del plugin relativo al nuovo protocollo
4.1. Il file di configurazione openspcoop2-manifest.xml
4.2. Il file di mapping delle url
4.2.1. Esempio 1 – File spcoop-url-mapping.properties
4.2.2. Esempio 2 – File trasparente-url-mapping.properties

1. Introduzione

OpenSPCoop2 è un prodotto software, discendente diretto della Porta di Dominio OpenSPCoop, in grado di gestire, trasformare e smistare messaggi SOAP in base ad informazioni presenti in un registro.

Tra le principali novità troviamo un’architettura applicativa completamente reingegnerizzata, nuove funzionalità tramite supporto nativo di standard quali WS-Security per la gestione della sicurezza, estensione della compatibilità con ulteriori piattaforme RDBMS (HSQL e SQLServer) e totale personalizzazione del protocollo di cooperazione. Proprio su quest’ultima funzionalità è incentrato il presente documento.

A differenza di OpenSPCoop, nato e pensato nell’ottica del protocollo SPCoop, OpenSPCoop2 prevede che il protocollo di gestione del flusso di cooperazione sia modificabile tramite l’installazione di un plugin.

Nel seguito il manuale affronterà i seguenti temi:

  • Presentazione dei concetti sui quali si basa l’astrazione del protocollo di cooperazione;

  • Documentazione del Software Development Kit (brevemente SDK), incluso in OpenSPCoop2, per la realizzazione dei plugin relativi ai protocolli di cooperazione;

  • Descrizione della procedura di installazione e configurazione di un plugin in OpenSPCoop2;

  • Presentazione di un esempio relativo all’implementazione di un plugin con relativa installazione.