Il Registro dei Servizi di OpenSPCoop


1. Introduzione

Attualmente OpenSPCoop mette a disposizione quattro versioni del registro dei servizi:

  • Registro XML, il registro è realizzato tramite un singolo file xml. Questa versione è perfettamente funzionale, e più semplice da gestire, in scenari non molto dinamici e con un basso numero di soggetti e servizi in gioco. In ogni caso, è il modo migliore di usare OpenSPCoop in ambiente di testing e di sviluppo. Al contrario degli altri, questo registro può essere gestito solo manualmente tramite l’editing del file xml.

  • Registro su Database, il registro è realizzato come un database relazionale; questo registro può essere gestito tramite l’interfaccia web di gestione del Registro.

  • Registro Web, il registro è realizzato come un sito web che mantiene un insieme di oggetti descritti in xml e accessibili via http; questo registro può essere gestito tramite l’interfaccia web di gestione del Registro.

  • Registro UDDI, il registro è realizzato tramite un registro in tecnologia UDDI che indicizza un insieme di oggetti descritti in xml, mantenuti in un repository accessibile via http; questo registro può essere gestito tramite l’interfaccia web di gestione del Registro.

Il Registro XML è ampiamente documentato nel Manuale di Gestione XML della Porta di Dominio OpenSPCoop

Per quanto riguarda il Registro su Database, la gestione avviene tramite le interfacce grafiche messe a disposizione da OpenSPCoop, nello specifico la pddConsole e la regserv. La documentazione d’uso per la configurazione del registro su database tramite le interfacce grafiche è disponibile nella Guida Utente.

Nelle prossime due sezioni documenteremo prima in dettaglio il formato xml di configurazione del Registro dei Servizi, quindi l’uso dell’Interfaccia Web di Gestione, tramite la quale avviene la configurazione degli altri tipi di Registro.