L’uso di OpenSPCoop per la Fornitura di Servizi di Cooperazione Applicativa nell’ambito della Gara CNIPA N. 1/2006, lotto 2

Il Raggruppamento Temporaneo di impresa costituito da EDS ed AlmavivA si è aggiudicato il 27/giugno/2007 il secondo lotto della gara CNIPA 1/2006, concernente la fornitura di servizi di interoperabilità evoluta e cooperazione e sicurezza applicativa in favore delle pubbliche amministrazioni, nell’ambito del sistema pubblico di connettività, gara che prevedeva un importo a base d’asta di 165 milioni di Euro.

Il raggruppamento aggiudicatario, grazie alle competenze sul prodotto OpenSPCoop detenute da AlmavivA che ha partecipato attivamente sin dalle prime fasi al progetto, ha potuto integrare nella soluzione proposta i prodotti del progetto OpenSPCoop come una componente fondamentale della complessa soluzione complessiva presentata in offerta. In particolare, OpenSPCoop è stato proposto per la realizzazione delle Porte di Dominio su piattaforma Linux/J2EE.

La Fornitura di Servizi nell’ambito della gara CNIPA

I servizi oggetto della fornitura consistono nella gestione di tutte le attività necessarie alla predisposizione di servizi applicativi basati su applicazioni, siano esse applicazioni preesistenti che di nuova progettazione, che l’Amministrazione intende far interagire con servizi applicativi presenti sul Sistema Pubblico di Connettività e Cooperazione (SPC), secondo le regole tecniche e le modalità previste per la cooperazione applicativa che descrivono l’ambito del Sistema Pubblico di Cooperazione (SPCoop). Tali interazioni, effettuate attraverso la Porta di Dominio dell’Amministrazione, possono riguardare:

  1. l’esposizione di moduli applicativi attraverso servizi applicativi SPCoop (erogazione di servizi applicativi);

  2. l’accesso a moduli applicativi esposti da servizi applicativi disponibili su SPCoop (fruizione di servizi applicativi).

Il servizio deve quindi consentire ai servizi applicativi oggetto di cooperazione, attraverso l’utilizzo delle funzioni rese disponibili dalla PDD, la possibilità di interoperare sia in modalità fruitore di servizi applicativi di altre Amministrazioni disponibili su SPCoop, che in modalità erogatore di servizi applicativi su SPCoop. Qualora più amministrazioni intendano cooperare tra di loro con uno o più servizi applicativi, l’Amministrazione promotrice dell’iniziativa può richiedere anche la fornitura del servizio di coordinamento dei servizi applicativi necessari per realizzare il dominio di cooperazione.

Il servizio nel suo complesso è costituito, in conclusione, dalla messa a disposizione nella sede dell’Amministrazione richiedente di una Porta di Dominio (PDD), comprendente sia l’hardware che il software qualificato SPCoop, dalla realizzazione dei servizi applicativi da erogare o fruire e, qualora l’Amministrazione coordini la realizzazione di un dominio di cooperazione, dal servizio di coordinamento.

I benefici dell’uso di OpenSPCoop nella fornitura dei servizi di cooperazione applicativa

OpenSPCoop è stato utilizzato per la realizzazione delle Porte di Dominio su piattaforma Linux/J2EE.

L’uso del software OpenSPCoop ha permesso al raggruppamento di abbattere i costi della fornitura, non soltanto per i consueti benefici legati all’uso di software libero, ma anche perché ha permesso di beneficiare di alcune delle soluzioni innovative del software OpenSPCoop, per l’abbattimento dei costi di integrazione e di gestione.

In particolare la modalità di integrazione trasparente della Porta di Dominio OpenSPCoop ha garantito un minore impatto sulle applicazioni preesistenti.

Contatti

Per ulteriori informazioni su questo caso d’uso è possibile contattare l’indirizzo info@openspcoop.org o contattare Benedetto Ranieri di AlmavivA all’indirizzo b.ranieri@almavivaitalia.it.